Scorrendo le immagini ed il testo contenuti in questa pagina, troverete caratteristiche, dettagli tecnici e consigli utili alla corretta installazione, della ferramenta necessaria alla realizzazione di una finestra con movimento ad Anta Ribalta, sui profili Palladio 20/10.

 

Se intendete visualizzare o stampare il modulo per ordinare la ferramenta anta ribalta, cliccate qui (formato .pdf)

 

Se volete invece visualizzare o stampare il modulo per ordinare la sola cremonese con i puntali e gli incontri per realizzare una finestra ad anta battente utilizzando sempre i profili Palladio per anta ribalta, cliccate qui (formato .pdf).

 

Disponibile anche il filmato con il montaggio della ferramenta su profilo MonotypeZ: richiedetelo nella versione integrale su CD Rom o DVD o scaricate direttamente dal sito la versione parziale (~ 20 Mb a 512x384 di risoluzione) cliccando sull'immagine del CD qui sotto.

 Filmato Anta Ribalta

Stampate le indicazioni di montaggio dell'anta ribalta Palladio cliccando qui sotto:
Visualizzate le indicazioni di montaggio sotto forma di presentazione PowerPoint cliccando qui sotto:

 

Per accedere direttamente ai punti che vi interessano, cliccate sui seguenti link :

 

 

1) La "macchinetta anta ribalta" offerta dalla Palladio a corredo dei propri profili, è realizzata dalla Roto, nota Azienda leader nel settore della ferramenta professionale per serramentistica.

 

Nell' immagine, la finestra chiusa.

 

 

2) La scelta non è stata ovviamente casuale: ben 130 Kg di portata e 4° livello di sicurezza, la pongono al vertice assoluto nella sua categoria, adatta pertanto a corredare i profili per serramenti, più robusti al mondo.

 

Nell' immagine, la finestra aperta ad anta battente.

 

 

3) Non sarebbe stato concepibile per Palladio, abbinare ai propri profili in acciaio inox e ferro da 2 mm di spessore, una ferramenta che con la sua inconsistenza, vanificasse tutto il lavoro e gli investimenti profusi, nella realizzazione dei tubolari.

 

Nell' immagine, la finestra aperta a wasistas.

4) Nelle foto, i particolari delle cerniere .

Sopra : la cerniera superiore durante le fasi di realizzazione. È consigliabile utilizzare un perno "provvisorio" ricavato da un bullone o barra filettata di diametro e lunghezza adeguati, durante le fasi di montaggio della cerniera superiore. Questo per evitare che inserendo e sfilando ripetutamente il perno in dotazione, possano saltar via le mollette di ritenuta (quelle inserite nelle fessure indicate dalle frecce).

La cerniera superiore, può essere fornita anche nella variante ad angolo (vedi punto 24)

 

 

Sotto : la cerniera inferiore a finestra completata. A sinistra la vista esterna, in cui si riconoscono la cerniera vera e propria con il suo copricerniera (color argento, indicato dalla freccia blu) e l'elemento angolare di supporto (freccia rossa). Il supporto deve essere saldato all'anta (foto a destra, particolare cerchiato di rosso) ovviamente prima, che la stessa venga verniciata. 

Il supporto angolare della cerniera inferiore, viene ovviamente fornito solo nel caso che il profilo dell'anta sia il 5020ZDN A/R (profilo complanare). Nel caso che l'anta sia realizzata con il Monotype Z o il 6530 ZDN A/R, il supporto non è necessario (profili a sormonto interno). In questo caso, l' ala della cerniera, dovrà essere fissata direttamente al profilo Monotype Z, a circa 27 mm dallo spigolo inferiore dell' anta.

 

 

5) Ancora un dettaglio della cerniera inferiore, stavolta su un serramento realizzato con il profilo 5020ZDN A/R in acciaio inox Aisi316 che, ovviamente, non sarà verniciato. Il supporto angolare, è stato saldato, a circa 25 mm dall'estremità inferiore dell'anta. Conviene sempre controllare questa distanza prima di saldare il supporto, in modo tale che la cerniera, risulti alla giusta altezza, anche sul telaio (vedi freccia blu).

La cerniera inferiore, consente comunque una certa registrazione in verticale, anche a serramento finito (vedi punto 24).

 

6) Un' altra lavorazione che è necessario fare prima della verniciatura, è la fresata sul profilo dell'anta, all' altezza della maniglia, per consentire l' alloggiamento del lato della cremonese. Nella foto, si vede la fresata dal lato interno del serramento.

Oltre alla fresata, ricordarsi anche di eseguire i fori (N° 3) necessari per il quadro e le viti della maniglia.

Per fare ancora meglio, potete fresare e forare la barra di profilo dopo averla tagliata,  prima ancora di saldare gli angoli e costruire l'anta.

  7) Quando si ordina una macchinetta anta ribalta Palladio, si devono fornire, i seguenti dati :

  • tipo di profilo (5020ZDN A/R ; MONOTYPE Z ; 6530 ZDN Taglio termico) e materiale ( ferro decapato, ferro zincato o acciaio inox Aisi316L ) con cui si realizza l'anta (vedi anche punto 9)

  • tipo di profilo con cui si realizza il telaio (vedi anche punto 8)

  • altezza e larghezza del serramento, riferito all'esterno del telaio battute escluse (se realizzato con profili a Zeta)

  • senso di apertura

  • numero di ante e se trattasi di porta finestra (specificando l'altezza della maniglia se è necessaria un'altezza specifica)

  • colore dei copricerniere

Con queste informazioni, la Palladio sarà in grado di spedire la macchinetta, della classe dimensionale adatta al serramento da realizzare. Sarà sufficiente compilare il modulo d'ordine, scaricabile cliccando qui (formato .pdf)

 

 

8) Per realizzare il telaio della finestra :

. nel caso di anta in 5020ZDN A/R, si può utilizzare uno qualunque dei profili Palladio 20/10 con portaguarnizione disponibili (compresi i 5050 Z2DN e T2DN), ad eccezione del PT5020LDN e del PT5020TDN, nei quali non c'è fisicamente lo spazio per montare le cerniere (vedi immagine superiore).

 

Esiste, in realtà, anche l'alternativa della ferramenta a scomparsa (foto inferiore, nella soluzione inox brunito) nella quale, le cerniere, non sono visibili.

In questo caso si possono utilizzare per telaio, anche il 5020LDN e 5020TDN, così da ridurre ancora, l'ingombro visivo dei profili. Di contro, però, la portata della ferramenta si riduce a 90 Kg e l'apertura ad anta, è limitata a poco più di 90° (invece dei 130 Kg di portata ed i 180° di apertura, della ferramenta standard).

Se siete interessati a questo tipo di ferramenta, contattateci prima di inviare il modulo d'ordine alla Palladio, in quanto viene fornita solo dietro specifica richiesta.

 

. nel caso di anta in Monotype Z, uno qualunque dei profili Palladio senza portaguarnizione (serie 5010, 5020, 5030, 5050 ecc.) purchè profondi 50 mm e con lo spazio necessario per le cerniere (come già descritto per il 5020ZDN A/R)

 

. nel caso di 6530 ZDN A/R, uno qualunque dei profili Palladio senza portaguarnizione sia freddi che a taglio termico purchè profondi 50 mm (come per Monotype Z)

1

2

  3

 

9) Per realizzare l'anta della finestra, si possono utilizzare :

  • 1) il tubolare PT 5020ZDN A/R , disponibile sia in ferro decapato che zincato, sia in acciaio inox Aisi316L sempre 2 mm di spessore (foto 1)








     

  • il tubolare PT MONOTYPE Z disponibile in ferro zincato da 2 mm di spessore (foto 2)









     

  • il profilo a Taglio Termico PT 6530 ZDN A/R disponibile in ferro decapato (foto 3)

In tutti i casi, robustezza assoluta abbinata a ingombri visivi ridotti al minimo. 

La freccia rossa, indica la sede in cui si andrà ad installare la ferramenta anta ribalta.

 

 

10) La ferramenta, arriva ovviamente smontata completa di ogni accessorio (maniglia esclusa) per la sua installazione. Cliccando sulla foto, la si può visualizzare ingrandita, con l'elenco degli elementi che la compongono.

 

 

11) Disegno tecnico (esploso) con il dettaglio dei componenti la macchinetta e la loro posizione (finestra a 1 anta). Cliccando sull' immagine, la si può visualizzare ingrandita per poterla stampare e consultare durante il montaggio.

Cliccando qui, l'esploso della ferramenta a scomparsa. 

 

 

12) Esploso per la finestra a 2 ante. Ovviamente, solo una delle due ante può aprirsi ad anta ribalta ; l'altra anta, può aprirsi solamente a battente. Cliccando sull' immagine, la si può visualizzare ingrandita, per poterla stampare e consultare durante il montaggio.

 

 

 

 

 

 

13) Dopo avere realizzato il telaio e l'anta separatamente (IMPORTANTE : ricordarsi di lasciare 12 mm di aria tra telaio e anta), il primo elemento da montare, è l'angolo in alto opposto alle cerniere (freccia rossa foto inferiore). Si consiglia di smussare nell'anta con una lima, l'angolo interno del canale in cui si andrà ad alloggiare la macchinetta.

 

14) Altro particolare importante: la ferramenta arriva bloccata in posizione di apertura ad anta battente. Questo perché la finestra deve essere necessariamente realizzata, in posizione di apertura. I "funghetti" mobili ed i nottolini cilindrici.......

 

 

ATTENZIONE

Per motivi di riservatezza commerciale, i punti principali delle indicazioni di montaggio dell' AntaRibalta Palladio, sono stati spostati.

Contattateci per poter accedere alla versione integrale :

Simone Scarselli 337677210

Simone Labindi 3355400952

Giacomo Marchetti 3891828773

oppure cliccate qui

Grazie

 

 

 

 

30) Rivolto soprattutto a chi realizza una Anta Ribalta per la prima volta, è disponibile anche il filmato "Montiamo una AntaRibalta Palladio" (su profilo Monotype Z ; durata circa 10 minuti).

Contattateci per avere la Vs. copia gratuita nella versione integrale, specificando se Vi interessa:

  • su CDRom (per computer)

  • su DVD (per computer e televisione)

Potete anche scaricare direttamente dal sito, una versione parziale a media risoluzione (512x384) cliccando qui (attenzione: ~ 20 Mb) , adatta ad essere visualizzata direttamente sul computer (effettuate il download, solo se avete una connessione veloce tipo DSL  o similari e se avete... parecchi minuti di pazienza!)

La Palladio si riserva la facoltà di modificare in qualunque momento e senza preavviso, le caratteristiche tecniche dei profili e degli accessori presenti in questa pagina.

Le presenti indicazioni di montaggio, vengono costantemente aggiornate ed integrate, man mano che se ne presenta la necessità (ed il tempo per farlo ...). Si consiglia pertanto, di scaricare direttamente dal sito, la versione più aggiornata, prima di procedere con le lavorazioni.